Politiche Attive Lombardia

DI COSA SI TRATTA

Regione Lombardia conferma la centralità del sistema dotale e, attraverso Dote Unica Lavoro, intende rispondere alle esigenze delle persone nelle diverse fasi della loro vita professionale con un’offerta integrata e personalizzata di servizi.

Dote Unica Lavoro – Quarta Fase ha l’obiettivo di accompagnare le persone in un percorso di occupazione o in un percorso volto al miglioramento delle proprie competenze, garantendo la centralità della persona e la libertà di scelta offrendo:

  • un percorso personalizzato che tenga conto delle diverse esigenze e caratteristiche delle persone;
  • un insieme di servizi attraverso la scelta tra diversi operatori (pubblici e privati) e attraverso modalità che tendono ad incentivare il risultato occupazionale.

CHI PUÒ PARTECIPARE

Possono partecipare le persone fino a 65 anni che, alla presentazione della domanda di dote, siano in possesso dei requisiti di seguito specificati:

Disoccupati privi di impiego, residenti e/o domiciliati in Lombardia, anche percettori di Naspi;

Occupati sospesi, in presenza di crisi, riorganizzazione aziendale o cessazione in unità produttive/operative ubicate in Lombardia, che siano percettori di un ammortizzatore sociale attraverso la Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria (CIGS), nell’ambito degli istituti dei Fondi di solidarietà e/o Accordi/Contratti/Assegno di solidarietà come disciplinati dal D.Lgs. n. 148/2015 e più in generale coloro che beneficiano di trattamenti di integrazione salariale in deroga e con “causali” COVID-19;

Occupati appartenenti alla forza pubblica (Militari congedandi1 e personale, militare e civile, delle Forze dell’ordine e Forze armate), residenti e/o domiciliati in Regione Lombardia, previa autorizzazione rilasciata dal proprio Comando/Questura/Provveditorato regionale di riferimento di cui allegato;

Iscritti ad un Master universitario di I e II livello, residenti e/o domiciliati in Regione Lombardia.

Dai gruppi target sopraindicati sono esclusi i seguenti soggetti, in quanto beneficiari di altre politiche attive:

  • Giovani fino a 29 anni, che possono avere accesso alla misura Garanzia Giovani;
  • Occupati sospesi in Accordo di ricollocazione art. 24 bis D.Lgs. 148/2015, che possono avere accesso all’Assegno di Ricollocazione e all’Avviso Azioni di rete per il lavoro.

Possono accedere inoltre anche i lavoratori autonomi senza Partita IVA con contratto di collaborazione, gravemente colpiti dalla crisi, ed esclusi dai provvedimenti governativi, in possesso dei requisiti previsti dall’avviso.

Per tali destinatari, è previsto un contributo regionale una tantum, pari a 1.000 euro, a seguito della partecipazione ad un percorso di politica attiva.  Il percorso prevede due fasi:  la presentazione della domanda di dote che include la manifestazione dell’interesse a ricevere il contributo; la richiesta di contributo che si presenta dopo aver fruito  almeno 10 ore di servizi al lavoro e/o alla formazione, e comunque secondo le modalità e i tempi stabiliti nel prossimo avviso.

CONTATTI

Per informazioni di dettaglio i destinatari possono rivolgersi ad un operatore accreditato per i servizi al lavoro della Regione Lombardia. L’elenco è consultabile alla pagina dedicata all’Avviso Dote Unica Lavoro 2014-2020 del sito: www.fse.regione.lombardia.it

Per informazioni generali sono inoltre attivi:

  • gli Sportelli Spazio Regione disponibili sul sito www.regione.lombardia.it con sedi e orari di apertura;
  • il Call Center numero 800 318 318 (numero verde gratuito da rete fissa) e 02 3232 3325 (da rete mobile e dall’estero, a pagamento al costo previsto dal proprio piano tariffario), dal lunedì al sabato, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, salvo diverse indicazioni reperibili sul sito www.regione.lombardia.it

DI COSA SI TRATTA

Il presente Avviso costituisce attuazione della D.G.R n. XI/197 del 11/06/2018, di approvazione dello schema di convenzione tra l’Agenzia Nazionale per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) e Regione Lombardia, successivamente sottoscritta il 05 luglio 2018, e della

D.G.R n. XI/550 del 24/09/2018, di approvazione del Piano esecutivo regionale di attuazione della nuova Garanzia Giovani.

In continuità con la Fase I, Garanzia Giovani viene implementata nell’ambito del sistema dotale.

 

Il presente Avviso ha l’obiettivo di garantire che tutti i giovani di età inferiore a 30 anni ricevano un’offerta qualitativamente valida di lavoro o tirocinio entro un periodo di quattro mesi dall’inizio della disoccupazione o dall’uscita dal sistema d’istruzione formale.

 

A tal fine l’avviso si propone di:

  • Offrire in modo tempestivo un’opportunità di attivazione per il miglioramento delle proprie competenze e per l’accesso al mondo del lavoro.
  • Offrire un percorso personalizzato che tenga conto delle diverse esigenze e caratteristiche dei giovani.
  • Offrire un insieme di servizi attraverso la scelta tra diversi operatori (pubblici e privati) e attraverso modalità che tendono ad incentivare il risultato occupazionale.

 

CHI PUÒ PARTECIPARE

 

Gli organismi beneficiari in quanto responsabili dell’avvio e dell’attuazione delle operazioni, ai sensi del Regolamento (CE) 1303/2013, sono gli operatori con accreditamento definitivo ai servizi per il lavoro ai sensi della L.R. n. 22/2006, come modificata dalla L.R. n. 9/2018, e relativi atti attuativi.

Il soggetto titolato alla presa in carico del giovane può agire in partenariato con altri soggetti, che collaborano all’attuazione dei servizi previsti nel percorso:

c) Operatori accreditati all’Albo regionale dei servizi di istruzione e formazione professionale, sez. A e B, ai sensi della L.R. n. 19/2007, per l’erogazione del solo servizio formativo (2-A, 5);

d) Operatori accreditati all’Albo regionale dei servizi al lavoro, ai sensi della L.R. n. 22/2006, come modificata dalla L.R. n. 9/2018, per l’erogazione dei soli servizi al lavoro (1-A, 1-B, 1-C, 3, 5).

 

Sono destinatari delle misure e dei percorsi di Garanzia Giovani, i giovani NEET (Not in Education, Employment or Training) che possiedono, pena l’esclusione, i seguenti requisiti:

1.  età compresa tra i 16 e i 29 anni (fino al compimento dei 30 anni), al momento della registrazione al portale nazionale;

2.  essere residente nelle Regioni italiane, ammissibili all’Iniziativa per l’Occupazione Giovanile (IOG), e nella Provincia Autonoma di Trento;

3.  essere disoccupato ai sensi dell’articolo 19 del decreto legislativo n. 150 del 14 settembre 2015 e successive modifiche e integrazioni;

4.  non frequentare un regolare corso di studi (secondari superiori, terziari non universitari o universitari);

5.  non essere inserito in alcun corso di formazione, compresi quelli di aggiornamento per l’esercizio della professione o per il mantenimento

dell’iscrizione ad un Albo o Ordine professionale;

 6.         non essere inserito in percorsi di tirocinio extracurriculare, in quanto misura formativa;

7.          non avere in corso di svolgimento il servizio civile;

8.          non avere in corso di svolgimento interventi di politiche attive.

 

Non possono accedere al presente Avviso i giovani che, pur in possesso dei requisiti sopra elencati, appartengono ad una delle seguenti categorie:

1)  i percettori della Nuova prestazione di Assicurazione sociale per l’Impiego (Naspi) da più di quattro mesi (c.d. “AdR Naspi”) e fino al termine del periodo di percezione della Naspi stessa, in quanto soggetti disoccupati titolati a richiedere l’Assegno di ricollocazione di cui all’art. 23 del D.lgs. 150/2015, quale strumento nazionale di politica attiva del lavoro, secondo le disposizioni previste da ANPAL;

2)  Soggetti disoccupati che stanno fruendo dell’Assegno di ricollocazione di cui all’art. 23 del D.lgs. 150/2015 (c.d. “AdR Naspi”).

 

DOTAZIONE FINANZIARIA

Le risorse disponibili per il presente intervento ammontano complessivamente a € 60.158.685,00.

 

CARATTERISTICHE DELL’AGEVOLAZIONE

 

La persona ha a disposizione una Dote, ossia uno specifico budget che verrà riconosciuto all’operatore per il rimborso dei costi sostenuti per l’erogazione di servizi funzionali alle proprie esigenze di occupazione e/o qualificazione.

I costi connessi al servizio, per ogni persona, sono calcolati ai sensi delle tabelle standard dei costi unitari definiti dal Regolamento Delegato 2017/2016 del 29 agosto 2017 e rimborsati a condizione della presentazione del rendiconto, ovvero delle evidenze di ciascuna unità di misura degli indicatori utilizzati secondo quanto specificato in seguito.

Il presente avviso riguarda il finanziamento di servizi per il lavoro o attività formative destinate a offrire una occasione di lavoro o tirocinio per giovani NEET, e non finalizzate neanche indirettamente a sostenere e migliorare la produttività e la competitività di imprese. Tali attività non presentano carattere economico.

REGIME DI AIUTO DI STATO  Nessun regime di aiuti di stato

 

PROCEDURA DI SELEZIONE

È prevista quindi una procedura di assegnazione a sportello, secondo l’ordine cronologico di presentazione on line delle domande e sino ad esaurimento delle risorse disponibili.

Gli interventi sono ritenuti ammissibili sulla base dei criteri di:

– rispetto dei requisiti di ammissibilità dei soggetti destinatari, indicati al par. A.4;

– completezza e regolarità della documentazione trasmessa;

– rispetto del termine e delle modalità di richiesta della dote.

In seguito all’esito positivo dei controlli di completezza e di conformità dei dati dichiarati rispetto ai requisiti previsti dal presente Avviso, l’operatore riceve dal sistema informativo una comunicazione di accettazione riportante i servizi concordati, l’importo della dote e l’identificativo del progetto e ne consegna copia al destinatario.

 

DATA APERTURA          Fase di adesione sul portale nazionale ANPAL: 08/01/2019, ore 12.00

Fase di presentazione di domanda di dote: 22/01/2019, ore 12.00

DATA CHIUSURA          30/06/2021, ore 17.00

 

COME PARTECIPARE

Per accedere al Programma Garanzia Giovani, i giovani sono tenuti a registrarsi e ad effettuare l’adesione sul portale nazionale dedicato (http://www.garanziagiovani.gov.it). Una volta completata la registrazione, il giovane può effettuare l’adesione accedendo alla propria area personale del portale ANPAL. In fase di adesione il giovane sceglie la Regione dove preferisce usufruire del Programma.

Il giovane che sceglie la Lombardia come Regione di attuazione del Programma, riceve una comunicazione da parte del Sistema Informativo Unitario del Lavoro di Regione Lombardia (SIUL) contenente l’invito a recarsi presso un operatore accreditato ai servizi al lavoro, per effettuare la presa in carico.

I giovani potranno aderire al Programma sul portale ANPAL e scegliere la Lombardia come Regione di attuazione a partire dal 08/01/2019, ore 12.00.

Il giovane può scegliere autonomamente di recarsi presso uno qualsiasi degli operatori accreditati ai servizi al lavoro titolati alla presa in carico nel Programma. Il giovane è tenuto a recarsi presso un operatore per effettuare la presa in carico, attraverso la sottoscrizione di un Patto di servizio, la definizione di un Piano di Intervento personalizzato e la richiesta di dote e l’invio sul sistema informativo.

Gli operatori che intendono erogare i servizi nell’ambito del presente Avviso sono tenuti ad inviare l’Atto di adesione e l’eventuale Offerta Formativa attraverso il sistema informativo.

 

 

CONTATTI

 

Per informazioni di dettaglio i destinatari possono rivolgersi ad un operatore accreditato per i servizi al lavoro della Regione Lombardia. L’elenco è consultabile alle pagine: www.doteunicalavoro.regione.lombardia.it/oa / www.dati.lombardia.it/Istruzione/Mappa- Elenco-Operatori-Accreditati-Servizi-al-Lavo/2nsm-8uja

Per informazioni generali sono inoltre attivi:

  gli Sportelli Spazio Regione disponibili sul sito www.regione.lombardia.it con sedi e orari di apertura;

  il Call Center numero 800 318 318 (numero verde gratuito da rete fissa) e 02 3232 3325 (da rete mobile e dall’estero, a pagamento al costo previsto dal proprio piano tariffario), dal lunedì al sabato, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, salvo diverse indicazioni reperibili sul sito www.regione.lombardia.it.

 

 

Regione Lombardia FSE

Grazie all’iniziativa di Regione Lombardia, Voucher per la Formazione Continua, le aziende hanno a disposizione fino a €50.000  da investire in percorsi di formazione professionalizzante per i propri dipendenti.

Sarà possibile soddisfare le richieste della tua impresa, lavorando in sinergia con docenti, consulenti e facilitatori, per garantire standard di formazione all’avanguardia e metodologie formative selezionate ad hoc, potendo scegliere la modalità di erogazione, in presenza o a distanza (FAD).
Per scegliere il corso consulta il Catalogo al seguente LINK 

Come accedere ai servizi di Politiche Attive per il Lavoro

Vieni a trovarci in una delle nostre filiali  per avere informazioni e iniziare il tuo percorso.