Colloquio

logo

Colloquio di lavoro? Niente panico: ecco alcune istruzioni utili su come si svolge e quali sono le domande...

logo

Il nostro aiuto professionale per la compilazione perfetta del tuo curriculum vitae.

logo

Un nostro esperto sarà sempre pronto a rispondere ad ogni tua esigenza.

logo

Inizia subito inserendo i tuoi dati

IL COLLOQUIO DI LAVORO: 8 SEMPLICI CONSIGLI PER SFRUTTARLO AL MEGLIO

Il colloquio di lavoro è uno dei momenti più importanti nel processo di selezione, richiede concentrazione e preparazione.
Non sai come affrontarlo? Niente paura: ecco 8 semplici consigli per prepararti al meglio.

1. Raccogli informazioni

Arrivare preparati al colloquio è fondamentale, non solo su se stessi ma anche sull’azienda per cui ti candidi. Rileggi accuratamente l’annuncio e raccogli informazioni sull’azienda utilizzando più canali, quali il sito web, i social network e la sezione notizie: cerca di capire in quale contesto opera, l’andamento del settore di riferimento e quali sono i suoi competitor.

2. L’arrivo in azienda

 Pianifica il tuo arrivo presso l’azienda non più di 10-15 minuti prima del colloquio, concedendo tempo extra per eventuali ritardi. In caso di contrattempi inaspettati, avvisa il recruiter quanto prima per permettergli di riorganizzare il suo tempo. Ricordati di spegnere il cellulare, sorridi e cerca di essere te stesso.

3. Mi parli di lei

Nella prima fase del colloquio viene frequentemente chiesto ai candidati un’autopresentazione. Preparati ad affrontare un discorso introduttivo sulle tue esperienze professionali, sulle tue competenze e sulle motivazioni che ti hanno portato a candidarti per la posizione, accompagnando la presentazione con esempi di vita lavorativa in cui ha dimostrato particolari capacità. Cerca di essere sincero e affronta il colloquio esprimendo la tua autenticità.

4. Anticipa le domande

Una buona preparazione è la chiave per mantenere il controllo e sostenere il colloquio con fiducia e senza esitazioni. Esercitati, anche insieme ad amici e parenti, a rispondere alle domande più frequenti dei recruiter, da quelle classiche relative ad esperienze precedenti, a quelle più specifiche su competenze tecniche e professionali.

Ascolta attentamente le domande del recruiter e prenditi il tuo tempo per rispondere. Cerca di essere conciso nella risposta e metti in risalto gli aspetti che più ti contraddistinguono.

5. Rispondi onestamente

Cerca di essere onesto e umile nel rispondere e nel raccontare le tue esperienze, i tuoi successi e le tue aree di miglioramento. Le domande del recruiter possono riguardare competenze, esperienze lavorative ma anche aspettative, interessi e consapevolezza di sé.

6. Mostra interesse e curiosità

Uno dei momenti chiave in cui poter dimostrare il proprio interesse per la posizione è al termine del colloquio, quando molto frequentemente viene chiesto al candidato di porre lui stesso alcune domande al recruiter. Approfondisci tutti gli aspetti ancora poco chiari, come le mansioni che andresti a svolgere, quale sarà la giornata tipo in termini di attività, se la posizione esisteva già o è nuova, quali competenze sono necessarie per svolgere le attività. Richiedi informazioni sul contesto organizzativo: conoscere quali sono i valori dell’azienda, il core business o in che modo l’azienda gestisce le proprie risorse ti aiuterà a valutare se la posizione per cui ti candidi è ciò che stai cercando.

7. La comunicazione non verbale

Non sottovalutare l’importanza del linguaggio del corpo durante il colloquio. Mostra decisione nella stretta di mano, sorridi al tuo interlocutore e mantieni il contatto visivo. Cerca di controllare l’espressività del volto, adotta una postura corretta e utilizza un tono di voce chiaro. La comunicazione non verbale racconta molto di quello che siamo, di quello che pensiamo e di quanto siamo attivamente partecipi alla conversazione.

8. Dopo il colloquio

Al termine del colloquio ricordati di chiedere un riscontro al recruiter, come le tempistiche di selezione. Non abbatterti se non ottieni il posto, cerca di capire in cosa migliorare e quali argomenti approfondire per i prossimi colloqui. Modifica il CV a seconda della posizione per cui ti candidi e chiedi tutto l’incoraggiamento necessario a famigliari e amici.

Cercare lavoro è un lavoro, e richiede tempo, costanza e determinazione.

Come affrontare il video colloquio

Il Coronavirus ha portato molti cambiamenti anche nelle modalità di svolgimento di colloqui, divenuti quasi prevalentemente online per garantire la salute e la sicurezza degli interlocutori.

Questa modalità può richiedere alcuni accorgimenti diversi rispetto al colloquio tradizionale, ecco alcuni semplici consigli per sfruttarla al meglio:

  • Predisponi l’ambiente in cui ti trovi scegliendo una stanza lontana da fonti di rumore
  • Controlla le luci e la postazione
  • Verifica che la rete e il sistema di audio-video funzionino correttamente, utilizzando quando possibile cuffie e microfono per ridurre le interferenze
  • Cura l’abbigliamento come se il colloquio fosse di persona
  • Cura anche i dettagli all’interno sullo sfondo, inserendo elementi che raccontano chi sei
  • Presta molta attenzione al linguaggio non verbale che trasmetti al recruiter, come il tono di voce, la postura, l’espressività del volto e mantieni quanto più possibile il contatto visivo guardando la telecamera